È influenza o Covid? Scopri i sintomi e le differenze

È influenza o Covid? Scopri i sintomi e le differenze

Ti senti spossato, hai febbre, dolori, mal di testa?

Potresti avere una ‘normale’ influenza o il Covid-19. I sintomi di queste 2 malattie sono in parte sovrapponibili e, d’altro canto, si tratta di affezioni delle vie respiratorie contagiose in entrambi i casi.

Eppure, i virus che le causano sono differenti.

Il COVID-19 è causato dal Coronavirus noto come SARS-CoV-2; l’influenza, invece, è causata dai virus influenzali di tipo A o B, con diversi ceppi ogni anno.

Quindi, se soffri di sintomi influenzali e vuoi scoprire se si tratta di influenza o Covid, continua a leggere per scoprire somiglianze e differenze di queste 2 fastidiose malattie.

I sintomi del Covid

Nello stesso periodo, tipicamente nei mesi freddi e in primavera, possono circolare molti virus e batteri diversi, per cui, in presenza di sintomi influenzali, non è sempre facile e immediato capire a che tipo di infezione dobbiamo il malessere, la febbre, la stanchezza, i dolori articolari e muscolari e altri sintomi che ora vedremo.

Tra gli elementi di differenza del Covid-19 rispetto all’influenza, , , c’è un sintomo piuttosto singolare e che abbiamo imparato a conoscere in questi 2 anni, perché molto diffuso e caratterizzante: la perdita di olfatto e gusto, anche senza naso che cola.

Tale manifestazione, quando presente, rappresenta un riferimento nella diagnosi differenziale tra Covid-19 e influenza stagionale e costituisce, infatti, un primo elemento di allarme per capire che probabilmente hai contratto il SARS-CoV-2.

Oltre a questo, ci sono altri sintomi che possono essere utili nella diagnosi differenziale tra il Covid-19 e l’influenza a cui siamo abituati.

In particolare, si tratta del senso di nausea, con o senza vomito, e della diarrea, spesso comuni in caso di infezione da Covid-19, in particolare nei più giovani.

Inoltre, una persona contagiata con SARS-CoV-2 potrebbe impiegare più tempo per sviluppare i sintomi rispetto a una persona con l’influenza.

Infatti, nell’influenza i sintomi compaiono di solito entro 4 giorni dopo l’infezione, mentre nel Covid-19, i sintomi si sviluppano mediamente dopo 5-10 giorni.

Tuttavia, quest’ultima differenza non è molto utile per comprendere la malattia di cui soffri perché non è sempre facile identificare il momento del contagio e perché, in alcuni casi, il Covid si manifesta molto presto, entro 2 giorni dal contagio e fino a 14 giorni dopo aver contratto il virus.

Infine, un altro elemento che può aiutare nella diagnosi differenziale è la febbre: in entrambi i casi può superare i 37,5 °C ma in genere in caso di Covid-19 dura a lungo, anche per 5-10 giorni, anche in forma di lieve alterazione della temperatura intorno ai 37-37,2 °C, mentre la febbre da influenza irrompe subito arrivando anche a superare i 38 °C e perdura per due o tre giorni.

Inoltre, la febbre da Covid-19 sembrerebbe essere resistente agli antipiretici come il Paracetamolo.

Covid, quando i sintomi si aggravano

Anche se inizia di solito come una comune influenza, il COVID-19 può causare anche malattie più gravi e complicazioni diverse rispetto all’influenza.

Per esempio, come abbiamo imparato in questi anni, le persone anziane o con pregresse patologie possono correre il rischio di sviluppare problemi seri che possono anche mettere a repentaglio la vita.

Le comorbilità, come le malattie cardiovascolari, sono tra i fattori di rischio più comuni per la gravità e la mortalità.

Inoltre, la risposta iper-infiammatoria del corpo, gli effetti diretti della sindrome respiratoria acuta grave, l’insufficienza cardiaca, l’insufficienza renale, il danno epatico, lo shock e l’insufficienza multiorgano sono cause di un possibile esito infausto del Covid.

Ecco perché una diagnosi precoce è fondamentale nella gestione clinica dei pazienti.

In ogni caso, è stato evidenziato che il post Covid-19 non è una prerogativa dei soggetti fragili: può colpire tutti, bambini, adulti e anziani, anche i soggetti sani.

Assenza di olfatto e gusto sono 2 sintomi di riferimento nella diagnosi differenziale tra Covid-19 e influenza.

I sintomi dell’influenza

L’influenza 1, 2, 3, 4 arriva di solito con un senso di spossatezza e la febbre che può diventare subito alta. Questi 2 sintomi si possono accompagnare a:

  • Brividi;
  • Mal di testa;
  • Malessere;
  • Tosse;
  • Mal di gola;
  • Naso che cola;
  • Inappetenza;
  • Dolori muscolari e articolari.

Anche l’influenza è molto contagiosa e può degenerare in forme più gravi, come polmonite e insufficienza respiratoria, o con complicanze, che colpiscono soprattutto le persone più fragili, non come in caso di Covid-19 in cui il problema può riguardare anche i soggetti sani ed è indipendente dall’età.

Per questo motivo, è bene effettuare al più presto una diagnosi e tenere sotto controllo i sintomi per verificare se vanno risolvendosi nel giro di 4-7 giorni.

Questa è la durata media di un’influenza. Tuttavia, come accennato, nelle persone anziane il decorso dalla manifestazione dei sintomi alla risoluzione potrebbe essere più lento.

Inoltre, in alcuni casi e in particolare nei soggetti fragili e negli anziani, l’influenza se trascurata può portare a complicanze importanti come:

  • Polmonite;
  • Miocardite;
  • Encefalite;
  • Miosite infettiva;
  • Sindrome da ARDS;
  • Distress respiratorio acuto;
  • Sepsi;
  • Multi Organ Failure.
L’ influenza sviluppa i suoi sintomi entro i primi 2 giorni dal contagio mentre il Covid-19 può manifestarsi anche dopo 5-10 giorni.

Influenza vs Covid

Come risulta, quindi, la malattia da Covid-19 presenta molti elementi di similitudine con l’influenza stagionale:

  • Tosse: nel Covid è spesso secca, ma si presenta anche nell’influenza;
  • Dolori muscolari: sono presenti in entrambi;
  • Stanchezza: è presente in entrambi;
  • Mal di gola: è presente in entrambi;
  • Congestione nasale: si manifesta maggiormente nell’influenza;
  • Febbre: è presente in entrambi;
  • Nausea e vomito: è presente più nel Covid, mentre nell’influenza interessa soprattutto i bambini;
  • Diarrea: è presente più nel Covid, mentre nell’influenza interessa soprattutto i bambini;
  • Difficoltà respiratoria: è presente in entrambi.
  • Perdita di gusto e olfatto: è presente più nel Covid, mentre raramente interessa chi ha l’influenza.

Tuttavia, i sintomi più comuni del COVID-19 sono una febbre duratura anche alta, tosse persistente secca, perdita del senso del gusto o dell’olfatto.

I pazienti a volte possono anche soffrire di affaticamento, dolori, mal di gola, mal di testa e mancanza di respiro.

Inoltre, è importante ricordare che in alcune persone il Covid-19 può essere asintomatico o si manifesta in forma lieve, probabilmente perché l’esposizione negli anni all’influenza potrebbe aver allenato il sistema immunitario a resistere meglio al Covid-19.

Anche tra i bambini e i ragazzi il Covid-19 spesso è asintomatico o lieve, tanto che in questi anni abbiamo imparato che è molto importante la diagnosi preventiva per evitare di colpire altri membri del nucleo familiare e della comunità.

L’ influenza in genere dura al massimo 5-7 giorni mentre il Covid-19 può superare anche i 15 giorni.

Coronavirus, quando consultare il Medico

Se l’influenza è molto contagiosa e si trasmette facilmente per contatto e per via aerea, il Covid-19 lo è molto di più poiché basta:

  • Entrare nella traiettoria di uno starnuto di una persona infetta;
  • Il contatto delle mucose di naso, bocca e occhi con un fomite, oggetti infetti che costituiscono un vettore passivo dell’infezione;
  • Parlare vicino a una persona infetta.

Per questo motivo, abbiamo imparato quanto sia importante per la prevenzione del contagio, non solo l’utilizzo della mascherina, una corretta igiene delle mani e il distanziamento di almeno 1 metro tra persone ma anche:

  • Coprirsi la bocca e il naso con il gomito o con un fazzoletto quando si tossisce o si starnutisce,
  • Evitare di toccarsi occhi, naso e bocca con le mani non disinfettate,
  • Pulire e disinfettare quotidianamente le superfici ad alto contatto.

In aggiunta è importante sapere che il lavaggio nasale con soluzioni saline - anche tramite l’utilizzo di comodi spray - è considerato un utile supporto sia per prevenire il Covid-19, che per favorire una più veloce guarigione ed evitare il passaggio del virus alle vie aeree inferiori.

Comprendere le differenze tra i sintomi di Covid e l’influenza e le modalità con cui evolvono è utile per accendere un campanello d’allarme e capire come comportarsi.

In ogni caso, se pensi di avere contratto il Covid-19 così come l’influenza, o se il problema riguarda un membro della tua famiglia, devi subito contattare il tuo Medico di fiducia per una diagnosi certa e tempestiva.

Ti potrebbe interessare anche

Physiomer

Questo sito utilizza tecnologie più recenti per garantirti un'esperienza di utilizzo semplice e funzionale.
Per visualizzarlo scarica e installa un browser più recente, per esempio
Google Chrome, Mozilla Firefox o Microsoft Edge