Infezioni nasali: tutto quello che devi sapere per curarle e prevenirle

Infezioni nasali: tutto quello che devi sapere per curarle e prevenirle

Le infezioni che colpiscono il naso sono diverse e alcune di queste costituiscono dei problemi di salute pubblica, data la frequenza con cui si presentano e l’impatto sul mondo del lavoro e sul sistema sanitario interessato da diagnosi, esami, prescrizioni e, in taluni casi, anche ricoveri ospedalieri.

Per quanto, infatti, le infezioni del naso siano di solito benigne, esistono delle eccezioni, in cui le complicanze possono essere anche gravi.

Per questo motivo, la prevenzione rappresenta un tassello importante per gestire il problema delle infezioni nasali e risparmiarsi fastidi, complicanze e terapie!

Non sottovalutare mai un naso congestionato: può essere il campanello d’allarme di potenziali infezioni nasali e delle vie respiratorie!

Infezioni nasali, quali sono?

Riniti, sinusiti, rinosinusiti acute o croniche, infezioni batteriche e virali, faringo-laringiti e tracheo-bronchiti sono tutte malattie che interessano le vie respiratorie, in cui il naso, è spesso, non solo il punto debole in cui hanno origine, ma rappresenta anche la porta di accesso per i patogeni che le causano.

In quanto organo delle vie aeree superiori, tecnicamente chiamato distretto rino-sinuso-faringeo, o R.S.F.T., infatti, diventa spesso la prima tappa di infiammazioni e infezioni che possono poi scendere nelle vie aeree inferiori e arrivare a coinvolgere l’intero apparato respiratorio.

Le infiammazioni, a loro volta, possono essere complicate da infezioni virali, di solito acute, a cui si possono sovrapporre anche infezioni batteriche.

A seconda della zona del distretto coinvolta, si potrà sviluppare:

  • Rinite;
  • Rinosinusite;
  • Otite media;
  • Rino-sino-otite.

La congestione nasale è, di solito, il primo campanello d’allarme che ci avvisa che qualcosa non va e che potrebbe essere in corso un’infiammazione respiratoria con, talora, sovrapposizione infettiva.

Quando la congestione nasale diventa ricorrente o cronica ne può risentire la qualità di vita.

Per questo si presta molta attenzione a curare l’eventuale infezione, indagando l’origine nasale per poterla risolvere correttamente.

La congestione nasale, inoltre, è considerata anche un meccanismo di difesa contro le infezioni; ciò evidenzia la sua importanza anche nella diagnosi.

Infezioni nasali di origine virale e non solo

Al di fuori delle rinosinusiti di origine dentaria, la sinusite acuta è causata da un’infezione virale.

I virus responsabili delle infezioni nasali sono:

  • Rhinovirus;
  • Coronavirus;
  • Coxsackie A 21;
  • Virus influenzali e parainfluenzali.

Nel complesso, questi virus colpiscono sia bambini che adulti, coprendo praticamente l’intero arco dei dodici mesi.

Le infezioni nasali sono in agguato tutto l’anno: il naso infatti è la porta d’accesso preferita da numerosi virus!

Nella sinusite, che colpisce 1 persona su 8, i seni nasali vengono infettati da virus o batteri e si moltiplicano, favorendo poi l’infiammazione dei seni nasali.

Ed è questo che causa il rigonfiamento del rivestimento dei seni, che provoca a sua volta muco e pus, oltre la nota sensazione di congestione.

Spesso il naso ostruito è, infatti, accompagnato da dolore, senso di oppressione in faccia e intorno agli occhi, dovuti proprio al rigonfiamento delle mucose.

Il naso, inoltre, può essere colpito anche dalla vestibolite, una patologia infettiva, sostenuta dallo Staphylococcus aureus.

Non a caso, numerosi studi, si sono concentrati sull’analisi dei batteri commensali presenti nel naso e nelle prime vie respiratorie per comprendere non solo le dinamiche con cui si sviluppano le infezioni da Staphylococcus aureus, ma anche il loro coinvolgimento nella suscettibilità alle infezioni.

Come curare le infezioni al naso

Per prevenire il problema delle infezioni nasali, ci sono alcune buone abitudini, semplici da integrare nella propria routine quotidiana e che possono fare la differenza anche per accelerare la guarigione e per alleviare i sintomi.

Per esempio:

  • Soffiare il naso spesso, per evitare l’accumulo di muco;
  • Effettuare lavaggi quotidiani delle cavità nasali con soluzione fisiologica o isotonica a scopo preventivo, o ipertonica contro la congestione nasale.

Per alleviare il dolore che accompagna le infezioni al naso, il mal di testa, il senso di ottundimento, è piuttosto frequente il ricorso agli analgesici o ai decongestionanti nasali, farmaci che possono sollevare dal naso chiuso.

Anche se si tratta di farmaci da banco, che non necessitano della prescrizione medica, è consigliato sentire sempre il parere del proprio Medico di riferimento prima di utilizzarli, anche perché possono avere effetti collaterali, in persone che soffrono di altri disturbi.

In ogni caso, è bene evitarli sotto i 12 anni e durante la gravidanza e l’allattamento.

In tali casi, ancora una volta, i lavaggi nasali con soluzioni saline, anche in spray, sono da considerarsi un utile supporto.

Infine, per ridurre l’infiammazione della mucosa e, di conseguenza, migliorare l’ostruzione nasale, possono essere indicati su prescrizione medica i farmaci corticosteroidi, sia per via generale che locale nasale. Si apprezza subito l’effetto analgesico e decongestionante.

I lavaggi nasali con soluzioni saline rappresentano un utile supporto nella cura e nella prevenzione delle infezioni nasali.

Infezione del naso e antibiotici

Come visto, le infezioni del naso sono spesso causate da virus, pertanto il ricorso agli antibiotici non è generalmente indicato.

Qualora si verifichi una sovrapposizione batterica, o nel caso in cui il Medico valuti che la terapia antibiotica possa effettivamente portare un beneficio al paziente, sarà lui a prescrivere il medicinale più idoneo.

È bene, infatti, evitare di ricorrere ad antibiotici quando non sono necessari, perché si rischia di aggravare il problema della resistenza batterica.

Più in particolare, benché i batteri non siano cambiati nei decenni, il loro profilo di resistenza agli antibiotici si è evoluto verso una resistenza maggiore e diffusa, soprattutto a causa di terapie inadatte o inutili.

Abbiamo visto che il naso è la porta di accesso a varie problematiche delle vie respiratorie che spesso iniziano proprio con un’infezione nasale. Ecco perché è importante non sottovalutare mai un naso congestionato!

Ti potrebbe interessare anche

Physiomer

Questo sito utilizza tecnologie più recenti per garantirti un'esperienza di utilizzo semplice e funzionale.
Per visualizzarlo scarica e installa un browser più recente, per esempio
Google Chrome, Mozilla Firefox o Microsoft Edge